uon salve a tutti quanti,
amici, visitatori e soprattutto Chinauti!

Ho iniziato personalmente a chiedere con insistenza a tutti voi che ti tanto in tanto passate a trovarci in questo spazio digitale quanto segue: se siete appassionati di fumetti e se vi fa piacere condividere con altri che hanno la vostra stessa passione qualche breve impressione sui fumetti che avete letto, contatteci, troverte qui uno spazio in cui poterlo fare. Nulla di professionale (come potete leggere sotto), ma la passione quella non manca. Per iniziare, penso sarebbe bello poter riuscire tutti i mesi a raccontare qualcosa delle diverse testate di casa Bonelli. Che ne pensate? C'è qualcuno di voi che se la sentirebbe, se per esempio tutti i mesi compra Tex, Zagor, Dylan Dog, etc. di condividere brevi impressioni sull'albo letto?

Fateci sapere. Noi lo spazio digitale ce lo mettiamo. Voi metteteci la passione.

Ed ora a noi. Nuovo giorno nuovo fumetto!


OMBRE SUL SENTIERO VOL.2
I Re della montagna di sabbia
 
Testi di Massimo Garino
Disegni di Sergio Garino
Casa Editrice: Araba Fenice
 
è con un poco di orgoglio che iniziamo questa recensione segnalando che il fumetto reca un ringraziamento proprio alla nostra associazione.
Grazie ai fratelli Garino per questo incipit, ci ha fatto davvero piacere!
 
 
Ma veniamo a noi, qui vogliamo parlare di fumetti.
 
La storia, come la precedente, si presenta sin da subito come un concentrato di quella saggeza antica, montanara, che lascia un buon sapore in bocca ed a cui i fratelli Garino ci hanno ben abituato. Per certi versi mi è parso che in alcuni passaggi di questa storia la denuncia sia meno velata che nelle storie precedenti, lambisce luoghi comuni, ma non per questo vuole essere meno incisiva.
 
 
La modalità del racconto è sempre quella della più antica tradizione orale: una storia raccontata dal vecchio (il saggio) al giovane (il novizio che si affaccia alla vita e che deve così completare un rito iniziatico attraverso il passaggio di informazioni quasi segrete in merito ad un modo di vivere la vita).
 
 
In questa storia la realtà odierna, quella passata, la fantasia, il mondo onirico e fantastico si mescolano e s'intrecciano tra loro e vanno a formare un'altra bella opera che consiglio vivamente.
 
 
Mi permetto di segnalare alcuni punti a partire dagli appunti presi durante la lettura:
  • Nella storia della motosega viene fuori tutta la dialettica tra passato e modernità, tra tecnologia e antichi mestieri. Le macchine hanno fatto dimenticare all'uomo il valore dell'esperienza.Per spiegare meglio recupero un passaggio del fumetto stesso.
  • “Le macchine hanno sollevato l'uomo dalla fatica e reso tuttu più veloce... come il presentarsi dei problemi.”
  • Davvero belle e d'impatto le tavole in “negativo” di pagina 24-27 in cui i due fratelli della Perla incontrano lo strano figuro dai poteri soprannaturali.
  • Segnalo il piccolo cameo di Mario Collino, che per i cuneesi è conosciuto anche come Prezzemolo, in uno dei suoi ruoli più abituali, quello di divulgatore di un antico modo di giocare.
  • Le pagine 95-117 sono le più oniriche e fantastiche di tutta la storia, e le danno anche il titolo. In venti pagine ci viene regalata lucida metafora della vita, dai profondi richiami danteschi. Mi permetto di azzardare che già solo queste venti pagine varrebbero l'acquisto di questa storia a fumetti.
  • Il finale mi è piaciuto molto in quanto mi ha spiazzato. Adoro quando in un libro mi si riesce a spiazzare. Tutto quello che si pensava di conoscere, in poche pagine finali, viene cancellato per fare posto... alla “Carne del drago” (il prossimo volume della serie Ombre sul sentiero).
 
E poi non posso non spendere due parole per l'ennesima copertina capolavoro di questa serie: semplicemente stupenda! I miei più sentiti complimenti a Sergio Garino.
 
 
Ed ora il gran finale. Vi lascio con una domanda, rivolta in particolar modo a tutti quelli che hanno letto le pagine dalla 95 alla 117: ma chi sono i re della montagna di sabbia? Noi che leggiamo il fumetto? I due Garino's brother che dall'alto della montagna come due deus ex machina governano questa storia? A voi lettori l'ardua sentenza!

Ed ora i saluti finali...
 
...al prossimo incontro!
LoShAmAnO
 

Disclaimer

Laddove non specificato, il copyright delle immagini pubblicate è dei rispettivi autori e/o editori.