uon salve a tutti quanti,
amici, visitatori e soprattutto Chinauti!

Tu che stai leggendo, sei un lettore di fumetti? Ti andrebbe di condividere la tua passione con gli altri? Scrivici o mettiti in contatto con noi attraverso i nostri social network. Non siamo professionisti, ma appassionati. Noi lo spazio digitale di questo sito te lo mettiamo a disposizione, tu, se vuoi, mettici la la tua passione. Scrivi e racconta, condividi con gli altri impressioni e opinioni sui fumetti che leggi.

Ed ora a noi. Nuovo giorno nuovo fumetto!

Oggi vorrei parlarvi di una storia che non so bene come categorizzare... potrebbe sembrare una storia per bambini... ma forse è comprensibile solo dagli adulti... vado un'attimo a vedere al capitolo 25 cosa dice

La guida per la dominazione del mondo

 

 

SOGGETTO E SCENEGGIATURA: Marco Ventura
DISEGNI: Andrea Boscolo e Mirko Fascella (capitolo 17)
COLORI: Andrea Boscolo (con la collaborazione di Daniele Ienuso)
COPERTINA: Andrea Boscolo
LETTERING: Marco Ventura



Quando si parla di "dominazione del mondo", personalmente, sono due le cose che mi vengono in mente:

  • da una parte i più classici cattivoni da cartone animato con cui sono cresciuto (dal Dottor Zero, a Skeletor, a chi più ne ha più ne metta...)
  • dall'altra il cartone animato "Mignolo col Prof" (traduzione italiana di "Pinky and the Brain")

 


Incuriosito e trascinato dalle due immagini di cui sopra, mi sono dunque apprestato a comprare e leggere questa storia a fumetti.

Inizio subito con il dirvi che i rimandi alla cultura "nerd" degli anni ottanta sono diversi, dai robottoni giganti alla corsa automobilistica, alla base super segreta, etc.

I personaggi sono sin da subito ben caratterizzati, sia da un punto di vista grafico sia comportamentale e questa caratterizzazione cresce con il crescere della storia, segno di un buon lavoro svolto dai due autori.

Ogni capitolo della storia viene ispirato da una massima contenuta all'interno della fantomatica guida, ed ogni capitolo, come nella miglior tradizione anni ottanta, finisce con una disfatta per i cattivi. Contrariamente però allo sterotipo anni ottanta qui non ci sono i buoni (e quelli che ci sono non sono certo i protagonisti), i protagonisti sono i cattivi, che tutte le volte rovinano tutto con le loro stesse mani.


L'umorismo iniziale è un poco forzato, o almeno così mi è parso, per poi crescere di livello e di scorrevolezza con il procedere della storia. Personalmente mi sono piaciuti moltissimo il capitolo 22 - Imparate ad ascoltare i vostri sottoposti ogni tanto. Può essere molto utile -  ed anche il capitolo 23 - Molti sostengono che i gatti siano i veri dominatori del mondo. Imparate da loro - . L'idea della spara gatti "Cat-It-Launcher" è bellissima.

Altra idea che mi è parsa particolarmente ispirata è stata quella, dell'invenzione della macchina del tempo, per tornare indietro nel tempo e rimediare agli errori commessi. Questo porta a rivivere le stesse vignette di capitoli precedenti, con modifiche alla trama, ma senza influire sul finale...

...al prossimo incontro!

 

LoShAmAnO

Disclaimer

Laddove non specificato, il copyright delle immagini pubblicate è dei rispettivi autori e/o editori.